COST AVERAGING

“Le menti migliori si trovano nei libri, non nelle aule scolastiche” (Charles Munger)

Il Cost Averaging – anche noto come Piano di Accumulo -non è una tipologia di Money Management nel senso stretto. Nonostante questo, crediamo che sia giusto dare spazio a una tecnica di gestione del capitale molto usata – spesso in modo efficace – dagli investitori.

Il Cost Averaging – anche noto come Piano di Accumulo – è molto popolare dagli investitori di Fondi Comuni d’ Investimento ed Etf. Questa tipologia di Money Management è anche molto usata dagli aderenti del Movimento FIRE. Invece il Cost Averaging è, giustamente, usata raramente negli strumenti con leva quali per esempio i Futures.

Il motivo per cui il Cost Averaging non può essere considerata una tecnica di Money Management in senso stretto, è perchè direttamente collegata all’ azione dei prezzi del mercato e non prende in esame per esempio quando uscire dall’ investimento.

Sostanzialmente per Cost Averaging s’ intende quella tecnica in base alla quale s’ investe una quantità fissa di denaro in uno strumento, di conseguenza si andranno ad acquistare più quote quando il prezzo dello strumento diminuisce e si andranno a comprare meno quote quando il prezzo aumenta. Il suo funzionamento è concettualmente molto simile alla Martingala.

La strategia del Cost Averaging si rivela particolarmente efficace quando si utilizza su strumenti molto diversificati e quando si ha un lungo orizzonte temporale per il proprio investimento. Noi consigliamo questa strategia per la parte di portafoglio dedicata all’ investimento in Etf e Fondi Comuni d’ Investimento, soprattutto se s’ intende aderire al Movimento FIRE.

Per approfondire meglio il Money Management consigliamo di leggere e studiare attentamente i seguenti testi: