DIVERSIFICAZIONE A 7 DIMENSIONI

“La diversificazione è necessaria perchè qualsiasi singolo investimento, in un arco temporale sufficientemente lungo, può andare in perdita anche del 70% .” (Ray Dalio)

La diversificazione a 7 dimensioni è il modo indispensabile per investire professionalmente e con profitto nei mercati finanziari.

Il concetto della diversificazione è un principio molto conosciuto e poco applicato nel mondo degli investimenti. Infatti, sebbene diversificare sia indice di buon senso, purtroppo la maggior parte delle persone tende a:

  • concentrare i propri investimenti in pochi strumenti,
  • utilizzare strategie improvvisate di diversificazione.

La diversificazione a 7 dimensioni è composta nel seguente modo:

  1. Per Numero Di Sottostanti => questo concetto afferma che si dovrebbero diversificare i propri investimenti in un gran numero di titoli, idealmente in migliaia di titoli. Questo obiettivo è facilmente raggiungibile attraverso l’ utilizzo di Etf e/o Fondi Comuni D’ Investimento.
  2. Geografica => i titoli su cui investiamo dovrebbero essere in decine di nazioni diverse, questo per andare a ridurre il rischio di un paese specifico. Anche in questo caso, per chi dispone di capitali limitati, può essere utile utilizzare Etf e/o Fondi Comuni D’ Investimento.
  3. Valutaria => questo principio afferma che si dovrebbe investire in titoli che sono quotati in diverse valute tra di loro, così facendo si va a ridurre il rischio valutario.
  4. Settoriale => questo concetto stabilisce che si dovrebbe investire in titoli azionari che fanno riferimento a diversi settori economici, questo perchè si vanno a limitare eventuali shock settoriali.
  5. Per Entrata => una cosa che l’ investitore comune mal digerisce è quella di poter investire in modo dilazionato nel tempo, senza quindi andare a investire una grande somma di denaro tutta in una volta. Per esempio, una tecnica di money management che permette d’ investire in modo dilazionato nel tempo è quella del Cost Averaging.
  6. Per Strategia => questo è uno dei perni della diversificazione a 7 dimensioni, infatti in base a questo principio si dovrebbero utilizzare diverse strategie, per esempio: Cost Averaging su un Etf, un Piano di accumulo su un Fondo Comune d’ Investimenti, o semplicemente la strategia Value Investing.
  7. Per Obiettivi =>  Ogni investimento che facciamo dovrebbe essere abbinato a un obiettivo, ovviamente più è lontano nel tempo questo obiettivo e più rischi si possono correre e più volatilità si può tollerare.

Se questi principi vengono applicati in modo corretto, allora aumentano drasticamente le probabilità di avere dei profitti.

Per approfondire il concetto della diversificazione consigliamo di studiare i seguenti libri: