ETTORE GOTTI TEDESCHI: UN GENIO DEL CAPITALISMO ITALIANO

ETTORE GOTTI TEDESCHI

“Non bisogna confondere il marketing con la pubblicità.” (Big Luca)

Ettore Gotti Tedeschi, nato nel 1945 a Pontenure, è un banchiere e accademico di fama internazionale. E’ famoso per essere stato a capo dell’ Istituto per le Opere di Religione e per aver fondato la banca d’ affari Akros.

Le conoscenze e le competenze di Ettore Gotti Tedeschi hanno permesso a Banca Akros di diventare con il tempo uno dei punti di riferimento nel settore degli investimenti. Visti i suoi successi con Banca Akros, Ettore Gotti Tedeschi è stato disegnato come beneficiareio di molte cariche istituzionali di altissimo livello, tra queste ricordiamo: consigliere d’ amministrazione di Sanpaolo IMI e consigliere d’ amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti.

Da sottolineare il fatto che il successo di Ettore Gotti Tedeschi non è limitato solamente al mondo dell’ imprenditoria, dell’ alta finanza e del mondo accademico, infatti ha scritto anche i seguenti bestseller:

Alcuni frasi di Ettore Gotti Tedeschi sulle quali riflettere molto attentamente sono le seguenti:

  • L’ economia è una tecnica, avanzata e sofisticata, ma neutrale, che per essere vantaggiosa per l’uomo deve trovarlo consenziente a considerarsi importante, centrale.
  • Il primo passo per creare un’economia al servizio dell’uomo è convincere l’uomo stesso a volerlo e questo è il problema più difficile.
  • La globalizzazione sta trasformando il mondo più di tante filosofie o dottrine politiche, sta influenzando i modelli di vita
  • Ritengo che si debba anzitutto far riscoprire all’uomo che la vita ha un senso. E successivamente chiedere all’economia di aver un senso per l’uomo, perché solo a questa condizione può averlo anche l’economia.
  • Ciò che va bene ai lupi non può andare bene agli agnelli.
  • I media presidiano le idee e creano cultura.
  • Ecco il rischio di macchiavellismo della globalizzazione senza visione morale, operare per l’uomo contro l’uomo.
  • Oggi si tende a sopravalutare il ruolo dell’economista, si definisce l’economia scienza e l’economista scienziato. In realtà, egli è il «sacerdote» di quel bene che è il «più», l’efficienza e – perché no? – l’accesso al net.
  • Se la Chiesa non fa magistero, il peccato originale esplode nel pensiero e nell’agire dell’uomo.
  • La storia è stata fatta grazie allo sforzo di far conoscere la verità.