FORMULA DI KELLEY

“Ho visto spesso persone per bene al tavolo da gioco, con pochi soldi e poche possibilità di vincere… con tutte le carte giuste già scartate e una sola nel mazzo in grado di aiutarle, e mi sono sempre chiesto come avessero potuto ficcarsi in una situazione così orrenda, e come pensassero di poterla volgere a loro favore!” (dal film “Il giocatore“) 

La Formula Di Kelley è una tipologia di Money Management originariamente inventata nel 1956 per giocare a blackjack.

Successivamente alla sua creazione, La Formula Di Kelley è stata usata da molti traders professionisti, uno di questi è Larry Williams che l’ ha utilizzata nel 1987 per vincere il Campionato del Mondo di Trading con una performance strabiliante.

La può essere calcolata in questo modo: FDK = ((R + 1) * P – 1) / R   ;  FDK = Formula Di Kelley, R = è il rapporto tra il profitto medio e la perdita media, P = indica la percentuale di vincita della strategia di trading.

Supponiamo che una strategia di trading abbia una percentuale di vincita del 55% (P) e il rapporto tra il profitto medio e la perdita media di 1,5 (R). Quindi applichiamo la Formula Di Kelley con P = 0,55 e R = 1,5:  ((1,5 + 1) * 0,55 – 1) / 1,5 = 0,83 = 83% . Nel nostro esempio didattico si dovrebbe utilizzare l’ 83% del capitale in ogni operazione che si fa. Salta subito agli occhi la rischiosità della Formula Di Kelley

E’ vero che la Formula Di Kelley può permettere ingenti guadagni, ma è anche vero che ci possono essere perdite che possono causare danni irreparabili al capitale.  Non è un caso che anche lo stesso Larry Williams abbia espresso delle forti perplessità riguardo la robustezza della Formula Di Kelley, questa tipologia di Money Management può andare bene per i campionati ma abbiamo forti dubbi che sia appropriata per poter fare trading in modo professionale e duraturo.

Per approfondire meglio il Money Management consigliamo di leggere e studiare attentamente i seguenti testi: