LA DELTA NELLE OPZIONI

“Ogni ombra è figlia della luce.” (Stefan Zweig)

La Delta nelle opzioni è uno degli elementi più importanti da considerare per fare un trading profittevole.

La Delta viene chiamata greca nel gergo del trading in opzioni ed è probabilmente la più facile da capire.

Quando parliamo di Delta ci riferiamo essenzialmente al tasso di cambio del prezzo delle opzioni.

Ovviamente differenti tipologie di opzioni hanno diverse Delta.

Uno degli elementi più importanti da considerare, per quanto riguarda la Delta nelle opzioni, è la trazione.

Le Delta positive oscillano tra  0 e 1.

Le Delta negative variano tra -1 e 0.

Le Delta più vicine a -1 e 1 hanno una trazione maggiore per quanto riguarda la trazione del prezzo, ciò significa che il prezzo delle opzioni varierà in modo maggiore.

Facciamo un esempio del funzionamento delle Delta. Prendiamo in considerazione una opzione in azioni, se il prezzo delle azioni salgono di un dollaro e se la delta è 0,25 allora il prezzo delle opzioni sale di 25 centesimi. Se invece abbiamo una Delta di 0,85 e se il prezzo delle azioni sale di un dollaro, allora ci sarà un incremento di 85 centesimi del prezzo delle opzioni. Quindi possiamo vedere la delta come una trazione del prezzo delle opzioni.

Un altro elemento caratterizzante delle Delta è il rischio direzionale. Se c’ è una Delta positiva allora noi vorremmo essere long con l’ opzione. Quindi se noi stessimo comprando una call e noi vogliamo che il sottostante aumenti, allora noi avremo una Delta positiva. Se noi invece stessimo comprando una put o stessimo vendendo una call, allora ci sarà una Delta negativa. Una Delta neutrale, cioè zero, comporta un presupposto neutrale. Una Delta neutrale aiuta a minimizzare il rischio verso l’ alto e verso il basso, quindi si cerca di essere esposti solo alla durata.

Un altra cosa da considerare è l’ hedging. Infatti possiamo utilizzare la Delta per fare hedging sulle azioni che possediamo oppure quanto c’è una grande volatilità e vogliamo catturare il premio delle opzioni. Facciamo un esempio: se noi possediamo 200 azioni allora di conseguenza noi abbiamo 200 Delta e se c’ è un incremento di un euro allora noi abbiamo un guadagno di 200 euro. Facciamo un esempio di hedging: se noi possediamo 200 azioni e noi andiamo a vendere delle opzioni call out of the money che hanno come sottostante le azioni, allora il nostro obiettivo è quello di incassare il premio.

Da notare è il fatto che la Delta cambia in relazione alla Gamma, quest’ ultima misura il cambio della Delta.

Un’ altra cosa molto importante da sottolineare è che la Delta ha una grande importanza per quanto riguarda la percentuale dell’ in the money. Infatti se c’ è una Delta di 0,25 allora c’ è una probabilità che l’ opzione sia in the money del 25% e la probabilità che l’ opzione vada out of the money è del 75%. Quindi la delta corrisponde approssimativamente alla probabilità che l’ opzione vada in the money. Ovviamente una opzione at the money ha la probabilità di essere in the money del 50% e la probabilità di essere out of the money è del 50%.

Riassumendo:

  • La Delta è il tasso di cambio del prezzo di una opzione, dato un incremento o un decremento di un euro nel prezzo del sottostante.
  • La Delta indica il rischio direzionale, quindi più grande è la Delta e più grande è il rischio direzionale.
  • La Delta è appossimativamente equivalente alla probabilità di essere in the money.
  • Possiamo fare operazioni di hedgnig attraverso la Delta.

Per approfondire l’ affascinante mondo delle opzioni suggeriamo i seguenti testi: