LI LU

Non si può capire tutto del business in una settimana. Mi ci sono voluti 10 anni per conoscere il business e sto tuttora ancora imparando nuove cose. E’ un processo continuo di apprendimento. Si deve amare la conoscenza e si deve avere voglia d’ imparare continuamente. (Li Lu)

Li Lu, nato nel 1966 in Cina e poi naturalizzato statunitense, è un investitore e fondatore di Himalaya Capital Management.

Li Lu si è laureato alla Columbia University, quest’ ultima è stata la culla del Value Investing, infatti Benjamin Graham sviluppo le sue teorie proprio alla Columbia University.  Alla Columbia University Li Lu ha appreso il Value Investing ed è diventato il maggior esponente cinese di questa antica disciplina d’ investimento.

Il successo di Li Lu è evidente non solo dai suoi risultati, dal 1998 ad ora ha avuto un rendimento annuale superiore al 30%, ma anche dal fatto che Charlie Munger è uno dei maggiori investitori di Himalaya Capital Management.

Il motto di Li Lu è “avere accurate e complete informazioni”; l’ attività di ricerca viene fatta in modo scrupoloso non solo nei bilanci delle aziende, ma anche nei confronti dei CEO delle aziende dove si valuta d’ investire (fino ad arrivare al punto di andare a ottenere informazioni anche dalle chiese frequentate dai CEO e anche dai loro vicini).

Il successo di Himalaya Capital Management è stato notevole e straordinario, di conseguenza la società di Li Lu gestisce circa 10 miliardi di dollari americani.

Negli ambienti di Wall Street si susurra che Li Lu potrebbe prendere il timone di Berkshire Hathaway dopo che Warren Buffett si ritirerà.

Il contributo di Li Lu non si estende solo al mondo finanziario, ma anche al mondo letterario. Infatti, nel 2010, Li Lu ha aiutato a tradurre in cinese il libro di Charlie Munger: “Poor Charlie’s Almanack, The Wit and Wisdom of Charles T. Munger.

Di seguito ci sono alcune citazioni di Li Lu:

  • Investire è una sorta di predizione del futuro, e il futuro è per definizione imprescrutrabile. Quindi, il solo modo in cui si può investire con successo è quello di: considerare tutti i fatti, veramente essere consapevoli di quello che si conosce ed essere consapevoli di quello che non si conosce
  • Il gioco degli investimenti è un processo di scoperta di chi sei, di cosa sei interessato, di cosa sei competente, di cosa ami, poi bisogna fare leva su queste cose e in questo modo si acquisisce un vantaggio significativo sulle altre persone.
  • La crisi finanziaria del 2008-2009 è stata, in larga parte, il risultato del cosidetto “successo” delle persone che non capivano la loro responsabilità fiduciaria. Questo tipo di “successo” è estramente dannoso a tutta la società.
  • Per investire si deve avere una onestà intellettuale. Si deve riconoscere quello che si sa e si deve riconoscere quello che non si sa.
  • La verità è che il denaro produce altro denaro. Questa è la verità sul capitalismo. Senza capitale, non ci piuò essere il capitalismo.
  • Un buon management è sempre indispensabile per creare un’ azienda di successo, quindi la qualità del management è sempre di fondamentale importanza.
  • In varie fasi della mia vita, avrei potuto fermarmi o prendermi un lungo periodo di riposo. Per qualche ragione, il mio cuore mi ha spinto ad andare avanti. Non ho mai smesso di lavorare. Per metà del tempo non ero sicuro dove ero diretto e per l’ altra metà ho fatto degli errori, ma non importa.
  • Una parte degli investimenti finanziari è capire chi si è. Si deve trovare uno stile che coincida con la propria personalità, questo perchè la finanza è un gioco a somma 0. Se si compra qualcosa, qualcun’ altro la vende. E quando si vende, qualcun’ altro compra. Non tutti posso avere ragione nello stesso momento.
  • Tutte le aziende hanno spese, alcune di queste sono fisse e non dipendono dal volume delle vendite. In questo casi, i profitti possono crescere a una velocità superiore delle vendite.
  • Una competenza che non ha dei confini definiti, non può essere ritenuta una vera competenza.