PORTAFOGLIO GOLDEN BUTTERFLY: ASSET ALLOCATION SEGRETA

GOLDEN BUTTERFLY PORTFOLIO

Prendi il controllo dei tuoi soldi e del tuo bilancio.” (Robert Kiyosaki)

Il portafoglio golden butterfly è una variante del portafoglio permanente creato da Harry Browne e, secondo la nostra opinione di Kibofin, ne è una variante più professionale e più diversificata.

Il portafoglio golden butterfly è costruito sulla base dell’ della parità di rischio economico, simile a quella del portafoglio permanente con cui ha in comune quattro dei suoi cinque asset.

La differenza è che mentre il portafoglio permanente bilancia equamente prosperità, recessione, inflazione e deflazione, il portafoglio golden butterfly inclina la diversificazione in modo più coraggioso grazie all’ aggiunta delle small cap.

Mentre ad alcuni può sembrare una scelta dettata dalla moda e destinata a sottoperformare, i dati rivelano una verità ben diversa.

Il portafoglio golden butterfly è uno dei migliori portafogli, corretti per il rischio, in circolazione; infatti va as abbinare la famosa consistenza del portafoglio permanente con opzioni molto più aggressive destinate a performare molto bene in situazioni economiche positive.

Il portafoglio golden butterfly, essendo una asset allocation predisposta per cavalcare la crescita economica e per permettere tassi di prelievo particolarmente elevati che sono ottimi per i pensionati, è un’opzione di portafoglio particolarmente affidabile adatta sia a coloro che sono in una fase di accumulo che ai pensionati.

Il portafoglio golden butterfly, come il portafoglio permanente, è costruito per funzionare bene in qualsiasi fase di mercato.

Nello specifico, il portafoglio golden butterfly è composta dalla seguente asset allocation:

  • 20% in azioni del mercato statunitense a media e grande capitalizzazione, questo per essere in grado di fornire ottimi rendimenti durante le fasi di crescita economica. Per questa parte del portafoglio, una buona idea potrebbe essere quella di usare un etf sull’ S&P 500, come ad esempio questo strumento finanziario: iShares Core S&P 500 UCITS ETF (Acc), con isin IE00B5BMR087.
  • 20% in azioni a piccola capitalizzazione, questo per andare a mettere il turbo durante le fasi di crescita dell’ economia. Ricordiamo che, oltre ai dati storici e statistici che dimostrano come le azioni a piccola capitalizzazioni sovraperformino nel tempo quelle a grande capitalizzane, anche lo stesso Jeff Bezos ha più volte affermato che per migliorare i rendimenti dei propri investimenti si dovrebbe investire nelle aziende a piccola capitalizzazione. Un etf che, secondo l’ opinione di Kibofin, è particolarmente appropriato per investire nelle aziende a piccola capitalizzazione è il iShares MSCI World Small Cap UCITS ETF USD (Acc), con isin: IE00BF4RFH31.
  • 20% in titoli di stato Usa a lungo termine, che vanno bene durante i periodi di prosperità e durante i periodi di deflazione, ma che vanno male durante altri cicli economici. Per quanto riguardo questi titoli di stato si potrebbe usare questo strumentro: iShares USD Treasury Bond 20+yr UCITS ETF USD (Acc), con isin: IE00BFM6TC58.
  • 20% in contanti per proteggersi da periodi di “risparmio monetario” o recessione. In questo caso, “contanti” significa titoli di stato USA a breve termine. Un modo di mettere i soldi in strumenti monetari a breve termine è usare questo etf: iShares USD Treasury Bond 0-1yr UCITS ETF (Acc).
  • 20% in oro per fornire protezione durante i periodi di inflazione. Harry Browne raccomanda in particolare le monete d’oro, come ad esempio questa sterlina d’ oro. Per la parte di oro, è consigliabile utilizzare uno strumento di questo tipo: iShares Physical Gold ETC, nome: IE00B4ND3602.

Se vuoi capire esattamente come costruire in modo scientifico una asset allocation che vada bene per te, qundi non necessariamente usando il portafoglio golden butterfly o il portafoglio permanente o l’ all weather portfolio, ti suggeriamo di studiare attentamente i seguenti bestseller: