PYRAMIDING

“È come ogni altro lavoro: non rischiare mai troppo, tira via quanto basta, il tuo scopo è vincere bene quando ti va bene, continua a puntare finché girano le carte e se smettono di girare lascia perdere, non buttare via i soldi inutilmente.” (Mike McDermott nel film The Rounders – Il Giocatore)

Il Pyramiding, così come il Cost Averaging, non è di per se una tecnica di Money Management in senso stretto. Questo perchè è direttamente collegata ai movimenti di prezzo del mercato in cui si opera e tralascia gli altri aspetti fondamentali del Money Management.

Il Pyramiding può essere considerata una versione dell’ Antimartingala e come l’ opposto del Cost Averaging, infatti si vanno ad incrementare le posizioni quando si è in un trade vincente. Questa tecnica di Money Management, negli ultimi anni, sta acquisendo una crescente popolarità nell’ ambiente del Trading soprattutto a causa dei Traders che usano i cicli di Gann.

La logica dietro il Pyramiding è quella di andare a cavalcare i movimenti in trend del mercato, parallelamente si rivela una tecnica quantomeno inefficace nei mercati che si trovano in laterale. Di conseguenza questa tecnica di Money Management si rivela molto profittevole quando ci sono dei movimenti in trend, infatti i profitti tendono ad essere esplosivi.

Sebbene riteniamo che questa tecnica sia interessante in quanto è un’ Antimartingala, ne sconsigliamo l’ utilizzo in quanto il Pyramiding non tiene in considerazione l’ ammontare del denaro presente nel conto.

Per approfondire meglio il Money Management consigliamo di leggere e studiare attentamente i seguenti testi: