RAY DALIO PORTAFOGLIO: TOP 10 AZIONI

RAY DALIO PORTAFOGLIO

Il problema è che spesso le persone “fanno marketing” dove non c’è un mercato.” (Big Luca)

Ray Dalio è molto conosciuto per aver teorizzato l’ All Weather Portfolio, modello teorico reso celebre dai libri di Anthony Robbins (Soldi e Incrollabile) che sono focalizzati sugli etf, però pochi conoscono le aziende che Ray Dalio mette effettivamente in portafoglio. Ecco quindi le 10 top aziende nel portafoglio della Bridgewater di Ray Dalio:

  1. Walmart, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 6,42%. L’ azienda fondata da Sam Walton è la più grande azienda del mondo in termini di fatturato ed è una delle poche aziende di vendita al dettaglio che è stata capace di contrastare e resistere all’ avanzata inarrestabile di Jeff Bezos.
  2. Procter & Gamble, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 5,61%. Procter & Gamble è una delle società simbolo del capitalismo statunitense, la sua diversificazione di prodotti e il suo marketing vengono spesso portati d’ esempio dal leggendario Frank Merenda.
  3. Johnson & Johnson, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 4,09%. Quest’ azienda è leader nel settore sanitario e farmceutico, inoltre la stabilità e prevedibilità dei propri utili ha permesso a Johnson & Johnson di essere una delle principali componenti dei Dividend Aristocrats.
  4. Coca-Cola, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 3,87%. Tutti conosciamo la capillarità della Coca-Cola, è impossibile non trovarla in alcun paese del mondo. Anche lo stesso Warren Buffett ha investito molto in Coca-Cola, tanto da renderla una delle colonne portanti di Berkshire Hathaway. Inoltre sottolineamo che Coca-Cola fa parte dei Dividend Kings.
  5. PepsiCo, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 3,44%. PepsiCo è la grande rivale di Coca-Cola, comunque con i suoi prodotti è riuscita a diventare leader anche in altri settori diversi dalle bibite. L’ importanza di PepsiCo la si può dedurre anche dalla sua presenza nella quasi totalità dei migliori etf e fondi comuni d’ investimento.
  6. Costco Wholesale, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 3,11%. Quest’ azienda, non a caso, è una delle preferite da Charles Munger ed è una delle migliori aziende al mondo in termine di redditività e marginalità.
  7. McDonald’s, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 2,74%. McDonald’s è il gioiello creato da Ray Kroc, uno degli esempli emblematici delle potenzialità dei modelli di business basati sul franchising.
  8. Danaher, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 2,22%. Quest’ azienda è un’ autentica macchina che macina profitti ed è interessante anche perchè è sotto il radar del grande pubblico.
  9. Alibaba Group, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 2,20%. Alibaba è la creatura di Jack Ma, quest’ utlimo è probabilmente uno dei migliori imprenditori cinesi di sempre. Alibaba ha beneficiato dell’ esplosione del fenomeno del dropshipping, quest’ ultimo è stato reso possibile anche da brillanti imprenditori italiani come: Thomas Macorig, Riccardo Picotti, Luca Valori e Andrea Leonardi.
  10. Starbucks, con un peso sul portafoglio di Ray Dalio del: 2,01%. Howard Schultz, grazie alle sue eccezionali competenze e conoscenze, è riuscito a far diventare Starbucks un’ azienda gigante e in continua espansione.

Per chi voglia investire in azioni singole ricordiamo di studiare le discipline del value investing e del money management, soprattutto andando a leggere i libri dei seguenti autori: Benjamin Graham, Sven Carlin, Seth Klarman, Charles Munger, Peter Lynch, Andrea Unger e Thomas Stridsman. Ricordiamo che per raggiungere la libertà finanziaria ci sono molte strategie oltre quella di ricevere dei dividendi, per approfondire ti consigliamo di leggere i nostri articoli dei seguenti imprenditori leggendari: Robert Kiyosaki, Alfio Bardolla, Robert Allen, Anthony Robbins e Mj DeMarco. Per investire efficacemente nelle aziende che reputi più promettenti dovresti investire in un etf che comprenda le aziende che reputi più promettenti nelle quali vuoi investire e non dovresti metterci tutti i soldi un’ unica volta, bensì dovresti investirci un pò di soldi tutti i mesi con la strategia del cost averaging. Per approfondire il concetto degli etf consigliamo di studiare i seguenti libri: