SETH KLARMAN: COME AVERE UN RENDIMENTO DEL 20% ANNUALE

Il mercato azionario è molto semplice: devi acquistare quote di una grande azienda per una cifra inferiore al loro valore intrinseco. (Warren Buffett)

Come avere un rendimento del 20% annuale? Per rispondere a questa domanda, la soluzione migliore è quella di copiare le persone che già hanno raggiunto questo obiettivo. Una di queste persone è il leggendario Seth Klarman.

Queste sono le 8 regole di Seth Klarman per investire con successo:

1. Si deve investire e non si deve speculare

Questa prima regola ci fa capire che c’ è un’ ampia differenza tra un investitore e uno speculatore.

Gl’ investitori cercano businesse; quando acquista un’ azione, un investitore compra una parte del business sottostante e non un biglietto della lotteria. Infatti gl’ investitori sono interessati in aziende che siano capaci di generare dei guadagni nel lungo periodo, perchè sanno perfettamente che il prezzo delle azioni alla lunga è collegato con i risultati dell’ azienda che rappresentano. Queste considerazioni sono alla base del Value Investing, infatti Benjamin Graham sosteneva: “Nel breve termine il mercato è un posto dove si vota, mentre nel lungo termine il mercato è un posto dove si pesa.”

Invece, gli speculatori non guardano ai fondamentali e si concentrano principalmente su quello che il mercato dice loro attraverso i prezzi. Infatti, gli speculatori si concentrano esclusivamente sul seguente quesito: Che cosa farà il prezzo delle azioni?

Mentre nel breve termine i guadagni potrebbero essere maggiori per gli speculatori rispetto agli investitori, i rischi sono anche più alti e nel lungo periodo ci sono molti pochi speculatori di successo.

2. Cercare di evitare di pagare commissioni a Wall Street

Questa seconda regola è stata descritta magistralmente nel libro:”Where are the customer’s yachts?”

Infatti, quali sono gl’ interessi di Wall Street e da dove prendono i loro soldi le banche e i gestori di fondi d’ investimento? La risposta alla prima parte della domanda è: “le commissioni e i costi di gestione”. La risposta dalla seconda parte della domanda è: “da te.”

La morale della favola è che le commissioni sono il maggior distruttore di ricchezza per gl’ investitori, proprio per questo motivo si sta assistendo al declino dei Fondi Comuni d’ Investimento e all’ avanzata inarrestabile degli Etf.

3. La strategia migliore è il Value Investing

Il value investing è considerata la strategia migliore da Seth Klarman perchè impone all’ investitore di trovare aziende che abbiano un valore intrinseco e di acquistarle a un prezzo vantaggioso.

Per acquistare aziende a un prezzo vantaggioso, è cruciale il concetto del margine di sicurezza. Il margine di sicurezza è fondamentale perchè permette di avere un margine di tolleranza qualora le cose non vadano come sperato.

4. Non è sufficiente solamente trovare del valore, ma è necessario acquistare il valore a un prezzo d’ affare.

Un semplice modo, per cercare di acquistare un’ azione con del valore intrinseco a un prezzo vantaggioso, è quello di andare ad analizzare il book value.

5. Si deve essere pazienti. Le opportunità si presentano sempre se si è disposti ad aspettare.

La pazienza è una delle caratteristicge indispensabili di un investitore di successo.

In particolare, la strategia del Value Investing dovrebbe essere noiosa, questo perchè: si guarda a una valanga di aziende, si analizzano i bilanci, si scartano la maggior parte delle aziende che si sono valutate, infine si aspetta del tempo affinchè il prezzo delle azioni scenda a un valore ragionevole.

Si deve essere pazienti, prima o poi di presenteranno delle occasioni vantaggiose, soprattutto bisogna approfittare delle crisi e dei crolli di mercato.

6. Il mercato è inefficiente

Sebbene in ambito accademico si sostenga che i mercati siano efficienti, in realtà l’ evidenza empirica dimostra che in realtà i mercati sono inefficienti.

Secondo la teoria dei mercati efficienti, il prezzo di un asset riflette tutte le informazioni disponibili e di conseguenza è impossibile battere i mercati. Invece, secondo la disciplina del Value Investing i mercati sono inefficienti; infatti i mercati non sono razionali ma sono dominati dalle emozioni umane, cioè dalla paura e dall’ avidità.

La realtà quotidiana dei mercati ci mostra come a volte i prezzi sono sopravvalutati e a volte sono sottovalutati. Questo dimostra che i mercati sono inefficienti e di conseguenza è possibile battere il mercato.

7. Bisogna avere sempre dei soldi liquidi

Qualsiasi cosa accada nei mercati, bisogna sempre avere abbastanza liquidità .

Anche se la liquidità non da un rendimento, è necessario avere una porzione di soldi liquidi per questi due motivi:

  • per non essere obbligati a vendere le azioni che si possiedono
  • per sfruttare occasioni di acquisto durante i momenti di panico

8. Si deve continuare ad acquistare quando i prezzi scendono

Se si acquistano le azioni di un’ azienda con ottime prospettivie e che ha dei fondamentali solidi, qualche volta accade che i prezzi scendano a dei livelli inferiori e quindi si dovrebbe continuare ad acquistare.

Il consiglio di Seth Klarman è quello di non spaventarsi quando i prezzi scendono, anzi si dovrebbe continuare ad acquistare un numero maggiore di azioni.