STOP LOSS

“Il primo motivo per cui le persone perdono soldi con il trading è perchè non si riducono le perdite. Nonostante il gran numero di libri che riportano questa regola, le persone continuano a commettere sempre questo errore.” (Victor Sperandeo)

Lo Stop Loss, che ha il significato di “fermare la perdita”, è uno dei concetti fondamentali per la gestione del rischio e quindi del Money Management. La logica dietro l’ utilizzo dello Stop Loss, è incentrata sul limitare le perdite di un trade ed è quindi uno degli ingredienti fondamentali per i Trading Systems di tutti i Traders professionisti.

Ora, che abbiamo capito l’ importanza dell’ utilizzo dello Stop Loss, sorgono spontanee le seguenti domande:

  1. Ma come faccio a sapere dove mettere uno Stop Loss?
  2. Che tipo di Stop Loss devo utilizzare?

Per quanto riguarda la prima domanda, consigliamo di effettuare dei backtests storici dei vostri Trading Systems e sconsigliamo fortemente di mettere gli stops basandosi sulla sensazione e/o sulla “analisi del grafico” e/o su patterns che avete letto da qualche parte e di cui non ne avete testata l’ affidabilità nel passato.

Riguardo a quale tipo di Stop Loss si dovrebbe utilizzare, anche qui consigliamo di effettuare dei backtests storici dei vostri Trading Systems e della vostra strategia di Money Management, comunque i principali e più usati tipi di Stop Loss sono i seguenti tipi:

  • con una fissa percentuale – in questo caso si utilizza una percentuale fissa oltre la quale andremo a liquidare la posizione, per esempio uno Stop Loss dell’ 1,5% su una posizione di 100000 euro significa che andremo a chiudere il trade se questo è in perdita dell’ 1,5 %- ;
  • in base alla volatilità – questo tipo di Stop Loss non è fisso ma varia in base alla volatilità, quest’ ultima può essere calcolata ad esempio con la deviazione standard o con l’ indicatore Average True Range-;
  • in base al tempo trascorso – in questo esempio si vanno a chiudere le posizioni dopo che è trascorso un determinato ammontare di tempo -.

Di per se non esiste un tipo di Stop Loss migliore di un altro, dovete vedere quello che fa meglio al caso vostro in base soprattutto ai backtests che avete eseguito.

Noi utilizziamo tutti e 3 i tipi di Stop Loss che vi abbiamo citato, anche se dobbiamo ammettere che nei nostri Trading Systems c’ è una maggiore presenza di Stop Loss che funzionano in base alla volatilità.

Gli Stop Loss sono un elemento fondamentale per il Trading, ma possono essere dannosi e controproducenti se utilizzati con altri approcci come per esempio il Value Investing o se applicate la filosofia del Movimento FIRE.

Per approfondire meglio il Money Management consigliamo di leggere e studiare attentamente i seguenti testi: