TURTLE SOUP RIBASSISTA PATTERN TRADING

TURTLE SOUP RIBASSISTA

“Mi rendo conto che non vivo totalmente senza soldi; spendere zero (proprio zero) è qualcosa di veramente complicato da attuare, se non impossibile.” (Francesco Narmenni)

Il Turtle Soup Ribassista è un Pattern presentato per la prima volta nel libro “Street Smarts. Le migliori strategie di trading di breve termine ad elevata probabilità di successo “. Questa configurazione ha le seguenti caratteristiche: oggi si deve registrare un prezzo massimo relativo degli ultimi 20 giorni; il precedente massimo deve essere avvenuto almeno 4 giorni prima; oggi s’ inserisce un ordine di short poco al di sotto del precedente massimo e si mette uno Stop Loss in corrispondenza del massimo di oggi; se la posizione va in guadagno allora s’inserisce un Trailing Stop per mettere al sicuro parte dei profitti maturati.

Ovviamente un pattern, come ad esempio il Turtle Soup Ribassista, non solo può dare diversi segnali short, a seconda della strategia che si utilizza nel proprio Trading system, ma può soprattutto anche essere utilizzato come filtro operativo.

E’ importante sottolineare che nessun pattern e nessun trading system può prevedere il futuro, che per definizione è sempre imprevedibile. Nonostante questo, l’ analisi tecnica se coniugata a dei backtest professionali, cioè evitando l’ overfitting, e a un professionale money management, come ad esempio quello spiegato da Andrea Unger nel suo Trattato di money management, può permettere al singolo trader di confrontarsi con i mercati in modo fiducioso.

Ricordiamo che per essere profittevoli nel trading con la disciplina dell’ analisi tecnica, come ad esempio con il pattern Turtle Soup Ribassista di Linda Raschke, è fondamentale conoscere approfonditamente le varie sfaccettature del money management (come ad esempio l’ Antimartingala) e del risk management (come ad esempio lo stop loss e il trailing stop).

Per approfondire il funzionamento del pattern Turtle Soup Ribassista suggeriamo di leggere il seguente bestseller di Linda Raschke: