WARREN BUFFETT

“Acquisto azioni come se dovessero chiudere la borsa domani e non riaprirla più per i prossimi cinque anni.” (Warren Buffett)

Warren Buffett, anche noto come l ‘ oracolo di Omaha, è nato nel 1930 in Nebraska negli Stati Uniti d’ America.

Buffett è costantemente nella classifica delle 5 persone più ricche del mondo. Elemento distintivo di Warren è che ha creato la sua ricchezza esclusivamente con investimenti finanziari.

Buffett cominciò la sua folgorante carriera, lavorando tra il 1954 e il 1956, alla Graham-Newman Corp. Quest’ ultima era l’ azienda di Benjamin Graham, il padre del Value Investing. Dopo che Graham se ne andò in pensione, Warren Buffett fondò la sua prima società, la Buffett Partnership Ltd.

La vera svolta nella vita di Buffett avvenne nel 1965, quando incominciò ad acquistare massicciamente azioni di Berkshire Hathaway, un’ azienda tessile, poco tempo dopo ne assunse il controllo e ne divenne presidente.

Nei decenni successivi, Berkshire Hathaway si trasformò da azienda tessile a una holding di partecipazioni finanziarie. Buffett nella prima parte della sua carriera utilizzò le tecniche di Value Investing che aveva appreso da Graham, invece nella seconda parte della sua attività professionale diede sempre maggiore importanza agli aspetti qualitativi proposti da Charles Munger. Warren ha più volte affermato che il nucleo centrale del suo sistema di investimento si può trovare nei libro: “The intelligent investor” di Benjamin Graham e “Common Stocks and Uncommon Profits” di Philip Fischer.

L’ intuizione vincente di Buffett fu quella di utilizzare le  aziende assicurative, che Berkshire controllava,  come fonte di finanziamento per la espansione di Berkshire. Infatti i premi che venivano pagati dagli assicurati, che in gergo tecnico si chiama “float”, vennero utilizzati per fare investimenti in altre aziende. Il ramo assicurativo, e in particolare le assicurazioni contro le grandi supercatastrofi, permettè a Berkshire di raccogliere finanziamenti a lungo termine. Nel periodo che va tra il 1976 e il 2011, il costo del denaro di Berkshire, sotto forma di premi assicurativi, era di circa il 2,2%, addirittura tre punti inferiore dell’ interesse sui titoli di stato statunitensi decennali.

Berkshire Hathaway, con il passare degli anni, è diventata una delle più grandi aziende del mondo e il prezzo delle azioni è cresciuto a un ritmo del 20% annuo. La leggenda di Warren Buffett si è molto sviluppata negli anni, infatti le assemblee annuali di Berkshire Hathaway sono considerate il Woodstock del capitalismo.

Warren Buffett, non ha mai scritto dei libri, ma solo delle lettere agli azionisti che potete trovare nel sito di Berkshire Hathaway: www.berkshirehathaway.com .

Alcuni libri che vi consigliamo di leggere su Warren Buffett sono i seguenti:

Di seguito ci sono alcune frasi di Warren Buffett sulle quali riflettere:

  • Investire è semplice ma non è facile.”
  • “Wall Street è l’ unico luogo in cui chi arriva in Rolls-Royce chiede consiglio a chi arriva in metropolitana.”
  • “Le business schools premiamo i comportamenti complessi più di quelli semplici, ma i comportamenti semplici sono i più efficaci.”
  • “E’ meglio investire in un’ azienda meravigliosa a un prezzo normale, che investire in un’ azienda normale a un prezzo meraviglioso.”
  • “Un investitore dovrebbe ottenere buoni risultati anche se si trovasse in un luogo in cui la posta impiega tre settimane ad arrivare.”
  • “A proposito della diversifcazione: compri due di tutto e alla fine ti trovi uno zoo.”
  • “Ci sono uomini che corrono dietro alle ragazze; io corro dietro alle aziende.”
  • “Quando il mercato tracolla…non piangiamo e non ci lasciamo prendere dal panico. Per Berkshire è una buona notizia.”
  • “Volete il segreto per diventare ricchi? Siate timorosi quando gli altri sono coraggiosi e siate coraggiosi quando gli altri sono timorosi.”
  • “Abbiamo una strategia di entrata ma non abbiamo una strategia di uscita.”
  • “Se acquistiamo le azioni di un’ azienda fantastica a un prezzo molto basso, allora il nostro orizzonte temporale è per sempre.”